closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

«È gas nervino? Impossibile saperlo»

SIRIA. Parla il tossicologo del Centro antiveleni dell'Università Cattolica-Policlinico Gemelli di Roma Alessandro Barelli

Non ci sono ancora conferme ufficiali. Ma i ribelli continuano a sostenere che le forze di Bahar al Assad avrebbero sferrato un terribile attacco con il gas nervino alla periferia est di Damasco. Le vittime, sempre secondo queste fonti (non confermate) sarebbero più di mille. Il governo siriano ha confermato l'attacco («il maggiore dall'inizio del conflitto»), ma ha negato di aver utilizzato armi chimiche. La Siria non ha firmato la Convenzione sulle armi chimiche né accetta ispezioni. Le Nazioni unite hanno chiesto al governo siriano l’autorizzazione a indagare sul presunto attacco chimico. La Francia è pronta a «un’azione fi forza»...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi