closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Nanga Parbat, «due sagome tra i ghiacci». Txikon rientra, missione finita

Himalaya. L’alpinista basco lascia il campo base dopo aver individuato con un telescopio due corpi. A seguito dell’avvistamento non ci sono più dubbi. Le ricerche si interrompono

Nanga Parbat

Nanga Parbat

Tra qualche giorno, se il meteo sarà clemente e la quasi-guerra con l’India consentirà agli elicotteri pakistani di volare, qualcuno guarderà da vicino il Nanga Parbat. Potrebbe essere Ali Sadpara, Rahmat Ullah Baig o un altro alpinista, a osservare le sagome scoperte l’altro ieri sullo Sperone Mummery da Alex Txikon, e che sembrano (le foto sono rimaste segrete, com’è giusto) due alpinisti deceduti. Se Dio vuole - Insh’Allah - in futuro scopriremo cos’è accaduto a Daniele Nardi e Tom Ballard, impegnati d’inverno sullo sperone di roccia e ghiaccio dove sono scomparsi nel 1895 l’inglese Albert Frederick Mummery e nel 1970...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.