closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
ExtraTerrestre

Due milioni e mezzo di cinghiali «urbani», tra fame e doppiette

Animalismo. Non è semplice controllare le nascite dell’unico animale che imbarazza anche gli animalisti più convinti. Tra qualche speranza e molte difficoltà, sono contenti solo i cacciatori

Non è certamente un selvatico in via di estinzione – a differenza di tante altre specie decimate da caccia, cambiamenti climatici, sconvolgimento degli habitat, incendi. Non è un essere da compagnia – anzi è l’opposto di un grazioso pet. Non è un animale da reddito – al contrario fa danni, salvo al mondo venatorio. Insomma ha tutto per non piacere, il cinghiale. Ci si dimentica, così, che anche questo ungulato soffre quando viene impallinato o investito, quando è tormentato dai parassiti, quando ha sete e fame. Dal punto di vista della legge, tutta la fauna selvatica è patrimonio dello Stato...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.