closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Dubbi sull’uso del gas nervino, esperti e osservatori ne parlano

Il massacro di Ghouta. Da Gwyn Winfiled agli oppositori di SyriaTruth

Molti esperti internazionali avanzano dubbi circa l’accusa dell’opposizione siriana - accompagnata da un’intensissima diffusione di video - secondo la quale l’esercito nazionale avrebbe bombardato con gas nervino l’area di Ghouta a est di Damasco all’alba del 21 agosto 2013, uccidendo un numero di persone molto variabile a seconda delle fonti: il Consiglio rivoluzionario militare:1.300 morti, dalla Coalizione nazionale siriana: 650, dai Comitati di coordinamento locale: 750; l’Osservatorio siriano di Londra cita un numero più limitato di vittime, ma si sofferma sulla presenza di molti bambini. In ogni caso sarebbe stata valicata, pochi giorni dopo l’arrivo degli esperti Onu sulle armi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi