closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Drappi rossi per Sara, uccisa dall’ex

«Con l’ennesimo orribile delitto che si è consumato ai danni della 22enne Sara Di Pietrantonio un numero crescente di donne ha deciso di intraprendere una serie di azioni martellanti volte ad estirpare la cultura del femmincidio». È il messaggio veicolato su Wapp con cui è stata lanciata ieri, in occasione del 70esimo anniversario del voto alle donne italiane, l’iniziativa di appendere un drappo rosso alle finestre, come simbolo del sangue versato «dalle donne uccise dai loro uomini, o ex uomini, o corteggiatori rifiutati». Anche il manifesto in edicola venerdì 3 giugno ha un drappo rosso "annodato" alla testata della prima...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.