closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Drammatico il rapporto Europa – Mediterraneo, ma il futuro sarà multietnico

Mediterraneo Downtown. C’è da meravigliarsi se oggi il problema dell'immigrazione è così drammatico? C’è da indignarsi perché le voci di chi aveva proposto progetti di co-sviluppo, vale a dire di politiche realmente condivise, sono state sotterrate. Il risultato è che il sud sta malissimo, ma il nord, si trova a fare i conti con i risultati catastrofici della sua miopia

Predrag Matvejevic scrive nel suo meraviglioso Breviario Mediterraneo: «Un' Europa senza Mediterraneo è come un adulto privato della sua infanzia». Vale a dire un mostro. Così è: l'Unione europea è stata concepita e poi costruita (non a Ventotene, ma quando è stata concretamente fatta) tutta attaccata al nord. Perchè il nord era la sola modernità che nel 1957 i governi occidentali riuscivano a immaginare, quella del capitalismo avanzato. Il resto, il sud del mondo, che si affaccia sul mare fra penisole greca, italiana, iberica e nord Africa, rispettivamente serie B e serie C. Come le squadre di calcio, tant'è vero...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi