closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Dramma di Sivens, gendarmi sotto accusa

Morte del militante ecologista. Trovate sui vestiti di Rémi tracce di Tnt, presenti nelle "granate offensive" lanciate dagli agenti durante la protesta. Appello alla calma della famglia del ragazzo ucciso. Ormai la morte di Rémi è un caso politico. Scontro frontale tra ecologisti e governo socialista. Valls sempre più debole

Manifestazione ecologista contro la diga di Sivens

Manifestazione ecologista contro la diga di Sivens

Scontro politico attorno a una morte che comincia a trovare qualche spiegazione. Sugli abiti del giovane Rémi Fraisse, ucciso nella notte tra sabato e domenica presso la diga di Sivens, nel dipartimento del Tarn, sono state trovate “tracce di Tnt”, ha rivelato il procuratore di Tolosa. E’ un esplosivo militare, che rientra nella composizione della “granata offensiva” tirata dalla polizia quella sera, utilizzando un Cougar, un lancia-granata che deve essere maneggiato con estrema precauzione e a cui gli agenti devono far ricorso solo in ultima istanza. A Tolosa il polo militare ha aperto un’inchiesta, che dovrebbe escludere l’ipotesi evocata in...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi