closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Draghi-Macron, il rischio di un’altra sceneggiata

Conferenza sulla Libia. I libici guardano i governi italiani di questo nuovo millennio come i vassalli della Nato e della Ue, da corteggiare soltanto per controbilanciare la presenza dei turchi in Tripolitania, dei russi in Cirenaica e ammansire le pretese della Francia

Conferenza di Parigi sulla Libia

Conferenza di Parigi sulla Libia

Con dichiarazioni di apparente buon senso, a Parigi Macron e Draghi hanno invitato ieri i libici ad andare a elezioni il 24 dicembre. Minacciano pure sanzioni a chi si oppone. Ma dove erano Italia e Francia quando nel novembre 2019 il generale Khalifa Haftar stava per conquistare Tripoli e venne poi fermato dall’intervento della Turchia su richiesta di Sarraj? Haftar stava prendendosi la Libia con la forza e il sangue e noi siamo stati zitti a guardare, altro che elezioni. L’Italia si rifiutò con Usa e Gran Bretagna di aiutare Sarraj, ovvero il governo riconosciuto dall’Onu, mentre la Francia, con...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.