closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Draghi in differita: «La scuola deve restare aperta»

La conferenza stampa. Il premier spiega le misure anti Covid 5 giorni dopo: «La dad crea diseguaglianze. Obbligo agli over 50 per non saturare ospedali»

Patrizio Bianchi, Mario Draghi e Roberto Speranza

Patrizio Bianchi, Mario Draghi e Roberto Speranza

Solo alla fine , quasi en passant, Mario Draghi definisce «riparatoria» la conferenza stampa di ieri sera, arriva a scusarsi con i giornalisti presenti e con gli italiani per non avere comunicato direttamente le misure anti covid il 5 gennaio, il giorno del consiglio dei ministri che ha varato, tra le altre cose, l’obbligo di vaccino per gli over 50. «Spero che questo atto riparatorio possa essere considerato adeguato». È UN DRAGHI MOLTO MENO sorridente rispetto alla conferenza stampa del 22 dicembre quello che si è presentato ieri sera. Molto più calato nei panni di capo del governo alle prese...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.