closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Dopo lo stop piovono critiche sul governo tedesco

La sospensione di AstraZeneca. L’unico che finora si è assunto la piena responsabilità della controversa scelta è il biochimico Klaus Cichutek, presidente del Paul Ehrlich Institut

Il ministro della Sanità tedesca Jens Spahn

Il ministro della Sanità tedesca Jens Spahn

«La sospensione del vaccino AstraZeneca è sbagliata. Se fossi stato il ministro della Sanità mi sarei assunto il rischio delle complicazioni senza fermare la vaccinazione. La trombosi? Colpirebbe una persona su 250.000, data la situazione di emergenza si può accettare questo lieve pericolo». Karl Lauterbach, deputato socialdemocratico del Bundestag, da epidemiologo critica lo stop alla somministrazione del farmaco anglo-svedese imposto lunedì dal governo Merkel. E non è il solo. Ieri il governatore della Baviera e leader Csu, Markus Söder, ha proposto che «tutti i politici tedeschi si vaccinino con AstraZeneca» per riportare la fiducia tra i cittadini, mentre Carsten Watzl,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi