closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Dopo l’intervista al manifesto, la risposta dell’Onu ai genitori di Paciolla

Morto otto mesi fa mentre lavorava per le Nazioni unite. Il portavoce di Guterres: «Ci dispiace per Mario, ma abbiamo collaborato alle indagini». E Palazzotto (LeU) scrive al segretario generale: «Dite quello che sapete per rispetto del lavoro straordinario fatto in Colombia»

Il segretario generale delle Nazioni unite António Guterres con il suo portavoce Stéphane Dujarric durante una conferenza stampa

Il segretario generale delle Nazioni unite António Guterres con il suo portavoce Stéphane Dujarric durante una conferenza stampa

«Prima di tutto, i nostri cuori, ancora una volta, sono con la famiglia Paciolla per la terribile perdita che hanno subito. Abbiamo lavorato il più duramente possibile per collaborare alle indagini in corso. Siamo molto dispiaciuti se si sentono in questo modo, e non spetta a me metterlo in discussione.. Ma posso dire che abbiamo collaborato il più possibile con le indagini penali pertinenti». Lo ha dichiarato durante il Daily Briefing del 16 marzo il portavoce del segretario generale delle Nazioni unite, Stéphane Dujarric, sollecitato ancora una volta dal giornale La Voce di New York che ha riportato le parole...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi