closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Dopo la Waterloo la destra corre verso l’abisso

Salvini difende i candidati fallimentari, Meloni invece esulta: «La partita a Roma è aperta. Siamo il primo partito della Capitale, un centrodestra a trazione FdI è molto competitivo»

Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Antonio Tajani

Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Antonio Tajani

Salvini, parola sua, «ci mette la faccia». Fresco di mazzata pesantissima è il primo a presentarsi di fronte alle telecamere. Un passaggio al volo sull’affluenza a picco, che impone a tutti autocritica secca. Poi l’ammissione, concisa, apparentemente onesta: «Abbiamo perso per demeriti nostri». Negarlo sarebbe impossibile. Non è Caporetto: è Waterloo: per tutta la destra e per la Lega in particolare. Una sconfitta costruita mattone per mattone con le proprie mani, con un dilettantismo politico sbalorditivo. A Milano il candidato della destra, Bernardo, non arriva al ballottaggio e la Lega si attesta intorno al 11% nel voto di lista: meglio...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.