closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Dopo gli insulti, Usa e Cina si ritrovano contro il climate change

Il summit in Alaska. Troppo ampia la voragine tra i due paesi per aspettarsi qualcosa di più. Dopo questo incontro si capiranno le strategie commerciali e quelle relative agli aspetti tecnologici della sfida tra Pechino e Washington

Non si può dire che l’incontro in Alaska sia stato di quelli memorabili: non è stato fatto nessun passo avanti importante e anzi sarà ricordato per le bordate tra le due delegazioni nel primo giorno di discussione. È pur vero però che riempire la voragine creata dai quattro anni trumpiani non era facile, né forse sarà mai possibile. In conclusione, l’opinione pubblica internazionale potrà prendere per buono l’impegno di entrambi i paesi a cooperare contro il cambiamento climatico; un passo avanti, perché fino a poco fa gli Usa erano nelle mani di un negazionista, ma poco rispetto a tutto quanto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.