closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Dopo 26 anni di negoziati, i Cinque del Caspio firmano

Mar Caspio. Storico accordo tra Russia, Iran, Azerbaigian, Kazakistan e Turkmenistan: definite le acque territoriali, non ancora la proprietà di gas e petrolio. Putin contento a metà: via libera al gasdotto azero e turkmeno verso l’Europa che limita Mosca e Teheran

I leader firmatari dell’accordo: l’iraniano Rouhani, il kazako Nazarbayev, l’azero Aliyev, il russo Putin, il turkmeno Berdimuhamedow

I leader firmatari dell’accordo: l’iraniano Rouhani, il kazako Nazarbayev, l’azero Aliyev, il russo Putin, il turkmeno Berdimuhamedow

La querelle «lessicale» se il Caspio debba essere definito un mare o un lago risale perlomeno all’impero romano e non c’è da dubitare che proseguirà ancora nel futuro. Domenica però nella città kazaka di Aktau i leader dei cinque paesi (Russia, Iran, Azerbaigian, Kazakistan e Turkmenistan) bagnati dal più grande bacino d’acqua chiuso del mondo hanno definito la cornice del suo status giuridico-politico. L’accordo, che avrà importanti ripercussioni geopolitiche ed economiche, è stato definito da Vladimir Putin «epocale». Si è trattato di un parto difficile: la trattativa tra i cinque durava da 26 anni e l’origine del contenzioso risaliva addirittura...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.