closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Doping fiscale, calcio italiano di nuovo in «Fuorigioco»

L'inchiesta. Nel mirino della procura di Napoli ci sono anche i dirigenti di Milan, Juve, Napoli e Lazio

Adriano Galliani

Adriano Galliani

False fatturazioni, imposte evase, il pallone italiano è finito nuovamente in «Fuorigioco». Così è chiamata l’operazione condotta dalla Procura di Napoli - che da ieri mattina imperversa su siti e tv e anche nelle sedi di società, tra perquisizioni (anche nella sede del Milan) e sequestri -, che intende far luce sui rapporti tra società e procuratori, mettendo nel mirino le modalità di inserimento a bilancio dei contratti dei giocatori. Ma anche delle operazioni di compravendita e rinnovo dei contratti, della gestione dei diritti d’immagine, dallo scouting ai compensi degli atleti. Insomma, focus completo su un presunto ed enorme doping...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.