closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Donne e uomini vittime di molestie sui luoghi di lavoro

Rapporto Istat. Nove milioni le persone di sesso femminile che hanno subito abusi nel corso della loro vita. Molto alto anche il dato sull’universo maschile: 3,7 milioni. Ricatti al momento dell’assunzione o per la progressione di carriera. C’è chi è costretto a cedere per non perdere il posto. I sindacati: in tanti non denunciano per paura

In marcia sotto le insegne della campagna #metoo contro le molestie ai danni delle donne

In marcia sotto le insegne della campagna #metoo contro le molestie ai danni delle donne

Quasi 9 milioni di donne molestate sessualmente e ben 3,7 milioni di uomini: è il quadro che esce dall’ultimo rapporto Istat, che per la prima volta rileva anche il dato per l’universo maschile. In particolare, il rapporto si concentra sugli abusi sui luoghi di lavoro: molestie all’atto dell’assunzione o della progressione di carriera, ricatti per mantenere un posto. L’orribile campionario è vario, e a compiere l’abuso è principalmente l’uomo, sia quando la vittima è dell’altro che quando è del proprio sesso. Gli autori delle molestie a sfondo sessuale sono in gran parte uomini, spiega infatti l’Istat: 97% per le vittime...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.