closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Donald Trump sul grande schermo

Martin Sheen

Martin Sheen "La zona morta"

È difficile capire Donald Trump se lo si analizza come fenomeno totalmente nuovo. Sì, lui è la prima reality star a candidarsi alla carica di Presidente degli Stati Uniti e Commander-in-chief. La novità della sua ascesa nasconde radici ben profonde di un nativism estremo sempre presente nella palude dell’immaginazione politica americana. Nel cinema troviamo diverse versioni del Donald che in qualche modo ci aiutano a capire il demagogo. Cominciamo dall’inizio con Gangs of New York (2002) di Martin Scorsese. Nella scena più bella del film il macellaio Bill (Daniel Day-Lewis) parla con Amsterdam (DiCaprio) e spiega che è la paura...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi