closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Don Moye tra jazz e poesia

Musica. Parla il batterista degli Art Ensemble of Chicago alla vigilia dell’uscita di «We Are on the Edge». «Non amo l’eccessiva esposizione di social e internet. Preferisco concentrarmi sullo studio, lo faccio da una vita non ho ancora smesso né ho intenzione di farlo»

Don Moye

Don Moye

Il 26 aprile Pi Recordings pubblica We Are on the Edge (A 50th Anniversary Celebration), il nuovo, doppio cd di Art Ensemble of Chicago, senz’altro una delle storie più significative della musica creativa afroamericana. Storia che si è intrecciata anche con quella de il manifesto, che distribui nel 2003 Reunion, un disco dal vivo con il maliano Baba Sissoko. Abbiamo raggiunto telefonicamente il batterista Don Moye a Marsiglia, dove vive. Qual è il suo primo ricordo legato alla musica? Ha avuto epifanie che hanno cambiato il suo modo di esperire il suono? Mia madre lavorava in un locale che aveva...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.