closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Djordje Balasevic poeta dell’utopia

Il ricordo. Addio al cantore dell'anima slava che intrecciava la felicità con la tristezza

Il 19 febbraio scorso è morto a Novi Sad in Serbia all’età di 67 anni per conseguenze da Covid-19, il cantautore e poeta dell’ex Jugoslavia Djordje Balasevic. Nato nel 1953 nella stessa città da padre serbo e madre croata, ha cominciato a scrivere poesie sin da giovanissimo e come ha narrato nelle sue canzoni abbandonò molto presto il liceo. In seguito, concluso l’iter scolastico da privatista, si iscrisse a geografia, che non ha mai finito. Inno della gioventù Nel 1977 entrò a far parte della band Zetva (Raccolto), con cui realizzò un single che ha venduto 180 mila copie. Poco...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi