closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Dissolvenze incrociate fra teatro e cinema

Eventi Speciali. «Le buone pratiche» al Lido

Se non è un innamoramento vero e proprio poco ci manca. Questo sembra essere il messaggio uscito dal secondo round de «Le Buone pratiche» dedicato al rapporto tra teatro e cinema. Ed infatti si è passati dallo screziato febbraio romano di «un amore non (sempre) corrisposto» alle «dissolvenze incrociate» del settembre veneziano, proprio nel giorno in cui il Lido e il suo festival cinematografico sono stati capaci di farsi «capofila» delle tante marce «a piedi scalzi» suggerite dall'appello per l'accoglienza dei profughi e rifugiati di Andrea Segre, cineasta d'assalto e documentarista civile di rara intelligenza critica. E per una di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi