closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Anche Merkel vota la fiducia a Renzi: Jobs Act «passo importante»

Il vertice di Milano. Diritto del lavoro, uno scalpo sull'altare della Ue: Francia e Italia, senza fare fronte comune, immolano i diritti dei lavoratori nella speranza di evitare la sanzione di Bruxelles. Merkel applaude l'"eliminazione delle barriere" nel mercato del lavoro italiano e risponde a Hollande: "Spenderemo 15 miliardi per rilanciare la domanda". Roma e Parigi sperano che i 6 miliardi per l'occupazione giovanile finalmente arrivino. I modelli tedesco e britannico: mini-jobs e contratti a zero ore

Angela Merkel

Angela Merkel

Francia e Italia promettono lo scalpo dei diritti dei lavoratori per ottenere uno sguardo di benevolenza da parte del fronte rigorista, che minaccia sanzioni per chi sfora i parametri. Ma Roma e Parigi, dove i rispettivi parlamenti sono in subbuglio contro il massacro annunciato, corrono ognuno per suo conto, senza strategia comune per arrivare al rilancio economico (e hanno già perso per strada la Spagna, fagocitata da Berlino): quindi, si limitano ad abolizione dell’articolo 18 da un lato, riforma del sistema di sussidi di disoccupazione e revisione al ribasso dei diritti sindacali dall’altro, come pegno per dimostrare che la strada...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.