closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Scuola

Diritto allo studio: il bancomat delle larghe intese

Università . Il "decreto del fare" finanzia un fondo "parallelo" per le borse di studio gestito dalla "Fondazione per il merito" voluta dalla Gelmini. Un emendamento del Pd non stanzia un euro per il fondo garantito dalla Costituzione e gestito dalle regioni. Le regioni "rosse Liguria e Toscana protestano. Studenti in rivolta

Un taglio a fin di bene. Non è un paradosso, ma è il pacco regalo che l’emendamento all’articolo 59 bis del «decreto del Fare», voluto dal Pd e accettato dal governo, vorrebbe recapitare agli studenti «meritevoli» che oggi sono in vacanza, ma che a settembre si iscriveranno ad un corso di laurea. Tutto è partito dalla proposta del responsabile istruzione del partito di Epifani, Marco Meloni, corrente «lettiana», che ha colto l’occasione del decreto omnibus per lanciare una proposta che gli sta a cuore. Si tratta del «Programma nazionale per il sostegno degli studenti capaci e meritevoli», un fondo che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.