closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Dillard, immergersi nella natura per svegliarsi in un Dio

Eco-letteratura americana. L’eclissi nella Valle di Yakima, una rana che si sgonfia, 300 merli mimetizzati... Osservazione iperrealistica intrecciata col pensiero della teodicea, nei saggi di «Ogni giorno è un dio», da Bompiani

"Hout", opera dell’artista e fotografo inglese Andy Goldsworthy

Si inizia con l’eclissi di luna del febbraio del 1979. Tra le altre località particolarmente esposte, la Valle di Yakima, nello Stato di Washington, è un punto privilegiato. Nella folla di curiosi messisi in viaggio per assistervi c’è la scrittrice Annie Dillard. È l’alba quando scala una collina fino alla cima e allora l’evento, lei riporta, «cominciò senza strepito», finché il corpo nero del sole divenne simile a un «fungo atomico». È l’ultimo momento di lucidità che Dillard ricordi, poi un precipitare nell’abisso: «Stavamo tutti scendendo per lo scivolo del tempo» nella notte buia, prima che il mondo scomparisse, come...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.