closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Internazionale

Dieci soldati siriani morti in raid aereo israeliano

Territori Occupati. L'attacco scattato dopo la morte di un ragazzo arabo israeliano colpito sul Golan da un razzo anticarro. I palestinesi denunciano all'Onu l'operazione militare israeliana cominciata 10 giorni fa in Cisgiordania dopo la scomparsa di tre ragazzi ebrei

Golan, la città siriana di Quneitra durante combattimenti tra esercito siriano e ribelli

Golan, la città siriana di Quneitra durante combattimenti tra esercito siriano e ribelli

Sono una decina, riferisce l'Osservatorio per i diritti umani di Londra, i soldati siriani morti nei nove raid aerei israeliani scattati nella notte tra domenica e lunedì in risposta all’uccisione di un 15enne (arabo israeliano) colpito, mentre era in auto, da un razzo anticarro sparato dal versante siriano del Golan. Una rappresaglia sanguinosa, contro postazioni e comandi locali dell’esercito siriano, che il premier israeliano Netanyahu minaccia di ripetere. «Se necessario, torneremo a far uso della forza. Colpiremo chiunque cerchi di colpirci», ha avvertito. A marzo quattro soldati israeliani rimasero feriti per l’esplosione di un ordigno nascosto lungo le linee di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.