closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Dieci soldati siriani morti in raid aereo israeliano

Territori Occupati. L'attacco scattato dopo la morte di un ragazzo arabo israeliano colpito sul Golan da un razzo anticarro. I palestinesi denunciano all'Onu l'operazione militare israeliana cominciata 10 giorni fa in Cisgiordania dopo la scomparsa di tre ragazzi ebrei

Golan, la città siriana di Quneitra durante combattimenti tra esercito siriano e ribelli

Golan, la città siriana di Quneitra durante combattimenti tra esercito siriano e ribelli

Sono una decina, riferisce l'Osservatorio per i diritti umani di Londra, i soldati siriani morti nei nove raid aerei israeliani scattati nella notte tra domenica e lunedì in risposta all’uccisione di un 15enne (arabo israeliano) colpito, mentre era in auto, da un razzo anticarro sparato dal versante siriano del Golan. Una rappresaglia sanguinosa, contro postazioni e comandi locali dell’esercito siriano, che il premier israeliano Netanyahu minaccia di ripetere. «Se necessario, torneremo a far uso della forza. Colpiremo chiunque cerchi di colpirci», ha avvertito. A marzo quattro soldati israeliani rimasero feriti per l’esplosione di un ordigno nascosto lungo le linee di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi