closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

«Dialogo» a Managua, grazie ai vescovi

Nicaragua. Al via il confronto tra il governo di Ortega e l’opposizione con la mediazione della Conferenza episcopale

Un'immagine delle proteste in corso in Nicaragua

Un'immagine delle proteste in corso in Nicaragua

È con grandi aspettative che i nicaraguensi guardano al dialogo di pace tra il governo di Ortega e i diversi settori dell’opposizione che inizia oggi a Managua con la mediazione della Conferenza episcopale. I vescovi hanno accettato di promuovere l’iniziativa solo dopo aver costretto l’esecutivo ad accogliere una serie di «premesse ineludibili», tra cui la fine immediata della repressione e il via libera all’ingresso della Commissione Interamericana per i diritti umani, incaricata di indagare sulla violenta risposta della polizia e dei gruppi paramilitari affini al governo alle mobilitazioni innescate dalla riforma della previdenza sociale. Le proteste, che non si sono...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi