closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Dialettica filosofica in un Oriente conradiano

Narrativa italiana. In un romanzo che invita a diversi livelli di lettura, Francesco Baucia ricostruisce la tragica, avventurosa vicenda del figlio illegittimo di Hegel, reietto in Indonesia: La notte negli occhi, da Lindau

Jan Weissenbruch (attr.), Strada nella zona vecchia di Batavia (Indie orientali olandesi), 1860-1880, Amsterdam, Rijksmuseum

Jan Weissenbruch (attr.), Strada nella zona vecchia di Batavia (Indie orientali olandesi), 1860-1880, Amsterdam, Rijksmuseum

C’era una volta il romanzo d’avventura: il protagonista si spingeva verso terre e mari lontani e mai visti prima per portare a compimento un’impresa. Se poi di mezzo ci si metteva il mare, le cose si complicavano e le insidie si facevano ancora più ardue. Di libri del genere non se ne scrivono più molti e quando se ne incontra uno lo si pilucca come una rarità. Nel caso di La notte negli occhi di Francesco Baucia (Lindau, pp. 175, € 14,00) i golosi della buona e onesta scrittura romanzesca hanno di che rallegrarsi. Ma motivo di soddisfazione ancora maggiore...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi