closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Di Maio e Grillo «fuorigioco» invocano la piazza

5 Stelle. I leader: vogliono fare un governo contro di noi. Il garante rilancia il referendum sull’euro. Ma il capo politico: siamo europeisti

Luigi Di Maio e Beppe Grillo

Luigi Di Maio e Beppe Grillo

Sono passati due mesi dalle elezioni, il «contratto di governo» proposto dal Movimento 5 Stelle non ha raccolto adesioni e Luigi Di Maio, alfiere della svolta governista e moderata, prova a cambiare i toni. Dopo aver chiesto il voto immediato (ancora i grillini sostengono che i tempi tecnici per votare il 24 giugno, «assieme al secondo turno delle amministrative», ci sarebbero), il leader si è fermato davanti ai microfoni appostati a Montecitorio per ribadire la linea: nessuna pressione sul Quirinale ma non esiste alternativa a governi politici. «Non ce l'ho con Mattarella - chiarisce Di Maio - Ce l'ho con...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.