closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Rubriche

Di corsa, al passo del gambero

Ri-mediamo. L’Istituto Luce-Cinecittà viene trasformato in società per azioni. Un ritorno alle origini, si direbbe. Tuttavia, c’è qualcosa che non quadra

Immagine d'archivio Istituto Luce

Immagine d'archivio Istituto Luce

Una delle ultime bozze della manovra di bilancio (bozze su bozze, orgoglio dei filologi) recava all’improvviso una frase apodittica: l’Istituto Luce-Cinecittà viene trasformato in società per azioni. Un ritorno alle origini, si direbbe. Tuttavia, c’è qualcosa che non quadra. Bando agli inutili dietrismi (la verità spesso è più semplice, basta non chiudere gli occhi). Ma come mai un simile, ennesimo, rivolgimento? Circa tre anni fa, nel luglio del 2017, il Luce scelse la strada maestra della sfera pubblica, portando sotto le sue ali Cinecittà Studios precipitosamente dopo una pessima privatizzazione dai magri risultati. Nell’estate del 2012 vi fu una prolungata...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi