closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Detenzione dei migranti, un business per i privati

Centri di permanenza per il rimpatrio. Il rapporto della Cild. Dal 2018 spesi 44 milioni di euro per recludere persone che non hanno commesso reati

Linterno di un Cpr

Linterno di un Cpr

Dal 2018 a oggi lo Stato italiano ha speso 44 milioni di euro per la detenzione di circa 400 migranti al giorno che non avevano commesso alcun reato. Queste persone sono finite dietro le sbarre dei 10 Centri di permanenza per il rimpatrio (Cpr) per essere rimpatriate nel loro paese di origine: nella metà dei casi non è mai avvenuto. I conti, a cui andrebbero aggiunte le spese di manutenzione delle strutture e per la presenza delle forze dell’ordine, li ha fatti la Coalizione italiana libertà e diritti civili (Cild) nel rapporto Buchi neri. La detenzione senza reato nei Cpr....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.