closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Descalzi sotto inchiesta. Ma Renzi è felice lo stesso

Nigeria. Il governo è nudo: sono ormai chiare le difficoltà sul fronte energetico a livello internazionale

«Sono felice di aver scelto Claudio Descalzi come ceo di Eni. Potessi lo rifarei domattina. Io rispetto le indagini e aspetto le sentenze». Con questo tweet garantista ieri mattina il premier Matteo Renzi si è lavato le mani in modo pilatesco riguardo alla nuova tempesta giudiziaria che ha colpito il gigante petrolifero italiano in Nigeria. Poco conta che le notizie che continuano a trapelare dagli uffici della Procura di Milano confermano che non si tratta della solita corruzione che olia gli ingranaggi dei governi dei paesi in via di sviluppo per l’assegnazione delle licenze petrolifere in mezzo mondo. E a...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.