closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Deportazioni, respingimenti, cure negate. L’oppressione delle haitiane

Repubblica Dominicana. Le politiche antimigratorie di Santo Domingo: le migranti incinte «costano troppo allo stato». Ma i medici resistono: «Non siamo agenti di polizia»

Haitiani in fila alla Direzione generale per l’immigrazione di Santo Domingo

Haitiani in fila alla Direzione generale per l’immigrazione di Santo Domingo

Mentre lungo la frontiera che separa Haiti dalla Repubblica Dominicana sono iniziati i lavori per la costruzione di un muro che, almeno secondo quanto dichiarato dal nuovo presidente dominicano Luis Abinader, sarà dotato di sensori di movimento, telecamere biometriche, radar e sistemi a raggi infrarossi, da metà novembre il governo ha lanciato una massiccia campagna di detenzione ed espulsione di migranti irregolari che è sfociata nella deportazione di centinaia di donne haitiane gravide, in travaglio, o persino puerpere, con irruzioni degli agenti della Dirección General de Migración (DGM) nei principali ospedali del paese. Le operazioni di rimpatrio, che proseguono giorno...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.