closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Dentro quei mostri c’è una parte di noi

Cinema. Tra i film di George A. Romero, morto domenica notte, «Dawn of the Dead» del 1978, tradotto in italiano come «Zombi». Un'opera piena di allegorie e che raccontava la nostra società dove l'Apocalisse non è la fine di nulla ma un modo di vita immanente

Una scena da «Zombi (Dawn of the Dead)» (1978)

Una scena da «Zombi (Dawn of the Dead)» (1978)

Visti da lontano, gli zombi si somigliano un po’ tutti. Eppure, in tanti anni di fedeltà al genere, Romero non ha mai smesso di scoprirne di nuovi, filmando i suoi mostri scarnificati con l’occhio dell’antropologo documentarista, scoprendone e catalogandone specie e comportamenti. Ovviamente, ogni zombi ci somiglia, nella misura in cui anticipa quello che saremo: morti. Questo è evidente. Guardandoli più da vicino si scopre che le carcasse affamate degli zombi anticipano soprattutto quello che già siamo, senza saperlo: non propriamente vivi. In questo senso, il più inattuale di tutta la sua immensa e geniale galleria, il miglior non-morto per...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.