closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Defunti al seggio elettorale, l’inchiesta si allarga

Reggio Calabria. Tra gli indagati altri tre candidati non eletti: uno di Fdi, uno di Fi e uno della Lista Civica

La saga dell’elettore morto e risorto (il giorno del voto) arriva al terzo tempo. La resurrezione elettorale di Reggio Calabria si allarga. La procura guidata da Giovanni Bombardieri ha notificato altri 6 avvisi di garanzia nei confronti di altrettanti indagati. Alcuni di loro gravitano nell’area della destra. Il processo elettorale delle comunali dello scorso autunno parrebbe sempre più viziato. Un’indagine in divenire, come affermato dagli inquirenti, che parte dall’arresto del consigliere comunale dem Nino Castorina, già capogruppo nella precedente consiliatura. E che assume ora sfumature trasversali. La storia inizia il 23 settembre davanti a un seggio. Qui gli agenti della...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi