closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Def, l’Europa non concede flessibilità

Conti pubblici. Il deficit del 2017 al 2%, più basso di quanto avrebbe voluto il governo: ma Renzi annuncia che verranno chiesti ulteriori 0,4 punti per sisma e migranti. Crescita quest'anno allo 0,8% e l'anno prossimo all'1%

Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan

Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan

Un consiglio dei ministri notturno ha varato un Def molto più risicato di quello che avrebbe voluto il governo. La Nota di aggiornamento approvata prevede infatti un deficit al 2% per il 2017, quando per tutta la giornata si era pensato di poter arrivare almeno al 2,3% (se non addirittura al 2,5%), Solo 0,2 punti in più, quindi, rispetto a quanto previsto nel Def di aprile (ci si impegnava per un 1,8%). Lo squilibrio dei conti per quest'anno si attesterà invece al 2,4%. Taglio robusto anche alle previsioni di crescita: 0,8% quest'anno (anziché 1,2%) e 1% nel 2017 (invece di 1,4%)....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi