closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Decadenza, catenaccio europeo in giunta

Senato. Il relatore propone di rinviare la legge Severino alla corte di giustizia e alla Consulta. Per superare le sue pregiudiziali e sostituirlo serviranno altre sedute, poi il voto (segreto) in aula, ultima spiaggia per Berlusconi

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

Per almeno venti ragioni la giunta per le elezioni del senato dovrebbe decidere di non decidere sulla decadenza di Silvio Berlusconi. E rinviare piuttosto la legge Severino, che pure appare assai chiara nel segnare la sorte del Cavaliere condannato, alla Corte Costituzionale e alla Corte di giustizia dell’Unione europea. Questo secondo il relatore in giunta, il senatore del Pdl Andrea Augello che ieri si è presentato davanti ai colleghi non con l’attesa relazione ma con una lungamente argomentata sequela di pregiudiziali. Prima per sostenere la possibilità della giunta di ricorrere alla Consulta. Poi per insinuare dieci sospetti di incostituzionalità della...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.