closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

«Death of a Virgin», lo smarrimento e la dolce fragilità nel piano sequenza

Cinema. Al MedFilm Fest l'opera prima del regista argentino-libanese George Peter Barbari

Una scena di «Death of a Virgin, and the Sin of Not Living»

Una scena di «Death of a Virgin, and the Sin of Not Living»

Per Etienne, giovane che vive con la madre vedova e la sorella, quello che inizia non sarà un giorno qualsiasi. Il suo migliore amico Adnan ha deciso di portare lui e altri due sodali, Jean-Paul e Dankoura, in un bordello per iniziarli al sesso. Siamo a Batroun, città costiera nel Nord del Libano, e attorno a questo pre-testo George Peter Barbari, cineasta ventinovenne argentino-libanese, nato in California e cresciuto proprio a Batroun, costruisce la sua opera prima Death of a Virgin, and the Sin of Not Living (presentata in concorso al recente MedFilm Festival di Roma). Un esordio inscritto in...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.