closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'inchiesta

Dalla Screen Sud alla Gbm, quando il lavoro è senza padroni

Italia al primo posto in Europa per fabbriche recuperate: i due terzi si trovano in Emilia, Toscana e Veneto

Santi Cosma e Damiano (Latina), 2013. Operai della Cooperativa Manccoop al lavoro per riprendere l’attività, dopo due anni di chiusura e il fallimento dello stabilimento Evotape.

Santi Cosma e Damiano (Latina), 2013. Operai della Cooperativa Manccoop al lavoro per riprendere l’attività, dopo due anni di chiusura e il fallimento dello stabilimento Evotape.

Hanno impiegato alcuni anni, gli ex operai della Screen Sud, per rimettere in moto la fabbrica. Fino al 2012 si chiamavano Lafer, producevano reti d’acciaio per vagliature industriali, fatturavano 7 milioni di euro all’anno e avevano sede a Nola. Poi è arrivata la crisi: dal calo delle commesse al fallimento non è passato molto. In dodici hanno deciso di riprovarci. Hanno costituito una cooperativa, racimolato 350 mila euro tra Cfi (Cooperazione finanza impresa), un fondo istituito presso il ministero dello Sviluppo economico, Coopfond, alimentato con il 3 per cento degli utili degli iscritti a Legacoop, e il fondo Sviluppo della...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi