closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Dalla parte sbagliata della Storia: tutte le guerre di Colin Powell

Stati uniti. È morto a 84 anni il primo segretario di Stato nero: nel 2003 accusò l’Iraq di nascondere armi chimiche, preludio dell’attacco degli Stati uniti. Ai vertici dell'esercito Usa per decenni, compilò il rapporto sul massacro «mai avvenuto» di My Lay, invase Panama, bombardò la Libia, lanciò l'operazione "umanitaria" in Somalia e la prima guerra del Golfo

5 febbraio 2003, l’allora segretario di Stato Colin Powel mostra all’Onu una fiala, contenente (secondo lui) antrace «irachena»

5 febbraio 2003, l’allora segretario di Stato Colin Powel mostra all’Onu una fiala, contenente (secondo lui) antrace «irachena»

Colin Powell è morto ieri a 84 anni «per complicazioni da Covid», ha riferito la famiglia, secondo la quale era stato vaccinato. La prima reazione è stata quella dell’ex presidente degli Usa George W. Bush: «L’America perde un grande servitore dello stato». Powell è uscito indecorosamente dalla storia dopo aver raggiunto i vertici della carriera politico-militare e una tale popolarità che aveva suggerito una candidatura alla Casa bianca, da lui respinta con la motivazione di non essere interessato alla politica. Il momento di maggiore «popolarità» l’aveva raggiunto quel 5 febbraio 2003 quando si era presentato all’Onu per dimostrare che Saddam...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.