closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Visioni

Dalla-Pallottino, l’inizio della leggenda

Note sparse. Di Lucio Dalla si conosce tutto. O quasi. Di Paola Pallottino poco, tranne qualche spicciolo biografico

Lucio Dalla

Lucio Dalla

Di Lucio Dalla si conosce tutto. O quasi. Di Paola Pallottino poco, tranne qualche spicciolo biografico che la conta come illustratrice, poetessa, figlia del grande archeologo e etruscologo Massimo, oltre ad essere l’autrice di 4 marzo 1943. Ma, se l’incrocio con Dalla le ha dato fama imperitura, la Pallottino per il futuro cantante è stata molto di più ed un libro di Massimo Iondini ora fa luce su uno dei rapporti più importanti della musica leggera italiana. Già dal titolo si ribalta la relazione, un libro che si legge a capitoli seguendo gli otto testi (e un inedito, La ragazza e l’eremita, di cui si conservano un demo e la versione di Branduardi) che la scrittrice scodellò a Dalla in poco meno di 4 anni per pugno di album. Oggi quei dischi sono leggendari al pari di quelli che seguirono con un altro poeta, Roberto Roversi, forse più vicino a lui come sentire. Tutti ahilui contrassegnati dall’insuccesso. Un insuccesso si dovrebbe dire inseguito con coerenza e ostinazione prima dell’esplosione degli album omonimi degli anni 80 e la prova generale di Com’è profondo il mare. Il Dalla di successo era quello libero di fare tutto da solo. Eppure, il favore del pubblico l’aveva saggiato, proprio grazie alla Pallottino e alla loro prima collaborazione, 4 marzo 1943. L’inizio di una leggenda.


La nostra rivoluzione.

In questi giorni di emergenza abbiamo deciso di abbassare il paywall rendendo il nostro sito aperto, gratuito e accessibile a tutti.
Non avremmo potuto farlo da soli: migliaia di lettori ogni giorno sostengono il manifesto acquistandolo in edicola o abbonandosi on line.

Oltre al giornale di oggi, stiamo lavorando anche a quello del futuro.

Nel 2021 compiremo i 50 anni in edicola e vogliamo far crescere insieme questo esperimento unico di informazione libera, critica e autofinanziata dai lettori.

Vogliamo un sito grande, che rispetti la privacy e metta al centro i lettori. Un sito coinvolgente e partecipato, dove sia possibile informarsi liberamente e “formarsi” come comunità.

Vuoi partecipare alla costruzione del nuovo manifesto?

ACQUISTA L’ABBONAMENTO DIGITALE SPECIALE
3 SETTIMANE A 10 €

entrerai nella “comunità dei lettori” che lavoreranno con noi per disegnare il giornale del futuro

ABBONATI
Scegli una diversa formula di abbonamento | Scopri la campagna