closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

D’Alema: sulla legge elettorale «serve cambiare strada»

Riforme. Nuovo affondo del presidente di Italiani Europei contro Renzi: «Le istituzioni non sono un vestito che ci si può cucire addosso, anche perché si può rischiare che a indossarlo sia un altro»

Massimo D'Alema, presidente di ItalianiEuropei

Massimo D'Alema, presidente di ItalianiEuropei

Nuovo affondo di Massimo D’Alema contro il presidente del consiglio Matteo Renzi. Anche stavolta il tema è l’Italicum: sulla legge elettorale «bisogna avere il coraggio di imboccare un’altra strada». Il presidente di ItalianiEuropei lo ha detto ieri a Palazzo San Macuto, a Roma, durante la presentazione di un libro di Lamberto Dini, «Una certa idea dell’Italia», a cui erano presenti anche Renato Brunetta e Francesco Rutelli. L’attuale riforma elettorale, ha detto ancora l’ex premier, può «aprire la strada a rischi gravi per il Paese». «Non si vogliono le preferenze? Ci sono i collegi uninominali», «costruire il presidenzialismo con questa legge...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.