closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

D’Alema: dal sì campagna intimidatoria

Riforme costituzionali. L'ex premier: ridicoli, accuseranno noi del no di essere dell’Isis. Renzi si ispira a Silvio. Oggi la modifica dell'Italicum della minoranza Pd. Ma è no da Forza italia. Almeno fino al referendum

Massimo D'Alema, presidente di ItalianiEuropei

Massimo D'Alema, presidente di ItalianiEuropei

«Sono impressionato da una campagna del sì quasi intimidatoria. Non è vero che se cade questa riforma non se ne può fare nessuna. Lasciateci votare liberamente senza ridicole intimidazioni», viste le dichiarazioni della ministra Boschi sulla lotta al terrorismo finirà che «a chi non piace questo pastrocchio lo accuseranno di essere dell’Isis» È un Massimo D’Alema in grande forma quello intervistato ieri da La7 alla trasmissione Fuori onda: respinge l’accusa di avere qualche antipatia per Renzi, («io faccio politica, dal punto di vista personale sto una meraviglia», «mi è anche simpatico», giusto «un po’ arrogante», dice proprio così); si preoccupa...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi