closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Dal Tap alla Tav le bugie elettorali del Movimento

Da Taranto arriva l’ultimatum secco al governo e soprattutto ai ministri del Movimento 5 Stelle. Il messaggio parte da una città in cui i grillini hanno raccolto quasi il 50% dei voti alle elezioni politiche del 4 marzo. È soltanto uno dei segnali di malcontento che da diverse parti d’Italia precipita su Di Maio e soci. I territori che contestano le grandi opere in larga maggioranza hanno dato delega ai 5 Stelle di sbrogliare la faccenda e adesso fanno loro annusare, per la prima volta, l’odore della protesta. Barbara Lezzi, salentina e stravotata nonostante fosse sfiorata dallo scandalo dei mancati...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi