closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Dal suicidio di Cameron all’«underdog» laburista

Come si è arrivati al voto. Fino a qualche settimana fa quella di May doveva essere un’incoronazione

Sono stati trenta giorni di passione, e non solo nel senso evangelico. L’ultimo mese della cronaca e della politica del Paese più stabile dell’Occidente, da sempre modello per chi desidera che il mondo rimanga la porcheria che è, termina oggi con l’esito elettorale. SULLA SCIA DI SANGUE versato su Manchester e Londra da un terrore a base di esplosivo rudimentale, veicoli, armi bianche e router digitali - arcaico nell’esecuzione e postmoderno nella propagazione - gli elettori si sono recati alle urne per eleggere il primo ministro. Lo fanno sapendo che lo attende la negoziazione più delicata e dirimente della storia...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.