closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Dal controllo della «via della Seta» alla sovranità sulla Regione autonoma

Xinjiang. Territorio di confini e crocevia di popolazioni e scambi commerciali

Immagine di Ayad Alkhadi

Immagine di Ayad Alkhadi

La storia, in Cina come altrove, diventa spesso strumento per giustificare il controllo su un determinato territorio, popolazione, o tradizione. Quando analizzata, tuttavia, la storia spesso ci offre una visione più complessa, fluida, e certamente plurale. Il Xinjiang, nella Cina nord-occidentale, non rappresenta un’eccezione, e così nessuno dei gruppi etnici che oggi vivono in regione può vantare una qualche forma di esclusività che ne giustifichi pienamente le rivendicazioni storiche. Non gli uiguri, popolazione musulmana e turcofona che oggi rappresenta circa il 45% della popolazione del Xinjiang. Per quanto gli uiguri si considerino gli abitanti originari, autoctoni, del Xinjiang, la loro...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.