closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Internazionale

Dal Cile al Messico, due giorni di mobilitazione femminista

8 marzo. Oggi e domani l'America latina attraversata dalle manifestazioni delle donne e le loro rivendicazioni, dall'aborto legale e sicuro alla parità salariale fino alla tutela delle risorse naturali e a scuola e sanità gratuite

Protesta delle donne in Cile

Protesta delle donne in Cile

In tutta l’America latina sarà un 8 marzo speciale. Lungo 48 ore: sarà seguito, domani, dallo sciopero generale femminista preparato con cura in centinaia di riunioni, attività e assemblee. Un 8 marzo in cui avrà modo di esprimersi in tutta la sua portata il protagonismo assunto dalle donne nelle rivolte sociali in corso nel territorio latinoamericano, quel «femminismo nuovo» dal carattere «anti-capitalista e decolonizzatore» su cui ha posto l’accento la scrittrice e filosofa femminista Silva Federici.

È in Cile che la giornata suscita le maggiori aspettative – , anche i maggiori timori governativi – ed è qui che appare più lunga la lista delle rivendicazioni: contro la repressione e gli abusi sessuali commessi dai carabineros, contro la ministra della Donna Isabel Plá «e il suo silenzio complice», contro la precarizzazione, i salari da fame e il saccheggio delle risorse naturali, per il diritto all’aborto sicuro, legale e gratuito, per la parità salariale, per un’educazione e una salute gratuite e di qualità e per un’Assemblea costituente libera e sovrana. E, naturalmente, per mandare a casa Piñera, «assassino e misogino». Per tutto questo e per altro ancora le donne cilene marceranno oggi a Santiago, da Plaza Dignidad alla stazione della metro Los Héroes, e in oltre 30 città del paese.

Anche in altri paesi si prevedono oggi grandi mobilitazioni. In Argentina, che si tingerà nuovamente di verde, il colore della campagna per un aborto legale, sicuro e gratuito, e di lilla, il colore di Ni una menos, il movimento di protesta contro l’inarrestabile strage di donne (un femminicidio ogni 23 ore).

In Uruguay, dove, di fronte ai timori suscitati dall’avvento del governo di destra di Lacalle Pou, le organizzazioni femministe scenderanno in strada con la parola d’ordine «Più femminismo, migliore democrazia». In Colombia, dove da gennaio a ottobre del 2019 sono state assassinate 799 donne.

E un incremento dei femminicidi, pari al 7,3%, si registra anche in Brasile, intrecciato ai ripetuti attacchi misogini di Bolsonaro: è in questo quadro che il 5 marzo è iniziato a Brasilia, con la presenza di 3.500 militanti contadine, il primo storico incontro nazionale delle donne del Movimento dei senza terra, che si estenderà fino al 9 marzo sul tema «Donne in lotta: seminando la resistenza».

«Un día sin nosotras», è invece la parola d’ordine lanciata in Messico dalle femministe del collettivo di Veracruz «Brujas del Mar» che hanno invitato tutte le donne, domani, a rendersi invisibili – non lavorando, non comprando, non andando a scuola e all’università, non uscendo da casa – per protestare contro la violenza di genere, la disuguaglianza e la cultura patriarcale. Un giorno senza le donne, in un paese che sembra voler fare a meno di loro, a fronte della strage attualmente in corso, al ritmo di almeno dieci femminicidi al giorno.


La nostra rivoluzione.

In questi giorni di emergenza abbiamo deciso di abbassare il paywall rendendo il nostro sito aperto, gratuito e accessibile a tutti.
Non avremmo potuto farlo da soli: migliaia di lettori ogni giorno sostengono il manifesto acquistandolo in edicola o abbonandosi on line.

Oltre al giornale di oggi, stiamo lavorando anche a quello del futuro.

Nel 2021 compiremo i 50 anni in edicola e vogliamo far crescere insieme questo esperimento unico di informazione libera, critica e autofinanziata dai lettori.

Vogliamo un sito grande, che rispetti la privacy e metta al centro i lettori. Un sito coinvolgente e partecipato, dove sia possibile informarsi liberamente e “formarsi” come comunità.

Vuoi partecipare alla costruzione del nuovo manifesto?

ACQUISTA L’ABBONAMENTO DIGITALE SPECIALE
3 SETTIMANE A 10 €

entrerai nella “comunità dei lettori” che lavoreranno con noi per disegnare il giornale del futuro

ABBONATI
Scegli una diversa formula di abbonamento | Scopri la campagna