closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Da un’elezione anticipata all’altra, favoriti i nuovi nazionalisti di Kurti

Kosovo. Pesano la vecchia guardia Uck, la corruzione e l’accusa a Thaqi di crimini di guerra

Vjosa Osmani a una manifestazione di Vetevendosje

Vjosa Osmani a una manifestazione di Vetevendosje

È un passaggio delicato quello che attende oggi il Kosovo, al voto anticipato per la quinta volta dalla proclamazione unilaterale d’indipendenza dalla Serbia del 2008. Un voto destinato a rafforzare l’esito delle elezioni dell’ottobre 2019, vinte dal leader della formazione di «sinistra nazionalista» - come lui la definisce - , Albin Kurti, e ad incidere sulla nomina del futuro presidente della Repubblica che andrà a sostituire Hashim Thaqi (nome di battaglia, il Serpente), dimessosi nel novembre scorso, poco prima di essere arrestato e processato all’Aja per crimini di guerra e contro l’umanità. Le ultime elezioni e l’incriminazione di Thaqi e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.