closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Da Guardiola a Steve Kerr, allenatori sulle barricate

Sport. Non solo sui campi di gioco i coach sono impegnati in prima linea su cause sociali e più spesso politiche

Pep Guardiola

Pep Guardiola

A voce alta. E non solo dalla panchina. È l'intreccio particolare tra politica e sport, con gli allenatori, i manager che sono divenuti megafoni mediatici del dissenso, uscendo dalla comfort zone che di solito incasella gli sportivi in personaggi senza nessun afflato sociale o politico. Pep Guardiola, qualche giorno fa si è visto perquisire l’aereo privato dalla Guardia Civil che credeva portasse a bordo l’ex presidente della Catalogna, Carles Puigdemont, in esilio in Belgio e su cui pende un mandato di arresto in territorio spagnolo. Pep il glamour, che corre per vincere tutto o quasi sulla panchina del Manchester City...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi