closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

«Dall’Iran alla Corea del Nord, uno scacchiere unico per Israele»

Venti di guerra. L'esperto di intelligence israeliano Ely Karmon spiega strategia e obiettivi di un possibile conflitto armato. E l’Unione europea per salvare gli affari con Teheran è pronta ad attuare una clausola anti-Usa nata per Cuba

Manifestazione anti Trump a Teheran

Manifestazione anti Trump a Teheran

L’Ue non vuole perdere miliardi di euro di interscambio con l’Iran per la decisione dell’amministrazione americana di mandare a monte l’accordo sul nucleare. Per questo, è pronta ad attuare lo statuto di blocco che impedisce l’applicazione nell’Unione di sanzioni decise da Paesi terzi. Approvato nel 1996 per contrastare le sanzioni statunitensi contro le aziende europee che volessero fare affari con Cuba, Iran e Libia e finora mai utilizzato, lo statuto prevede risarcimenti per le aziende che dovessero essere colpite dalle misure a stelle e strisce. Della questione i leader europei parleranno oggi in occasione del vertice di Sofia con i...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi