closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Reportage

Da Copacabana a Acari, come cambia il Brasile

Verso Rio 2016. A due giorni dall’inizio dei Giochi, nella città più militarizzata del momento. L’attesa sulle sue celebri spiagge e oltre, nei bairros dove lo Stato non entra

Sorveglianza armata al tunnel che da Botafogo porta a Leme e Copacabana

Sorveglianza armata al tunnel che da Botafogo porta a Leme e Copacabana

Un’onda, non anomala ma certo enorme, si è abbattuta sulla spiaggia di Copacabana sabato 30 luglio. Inaspettata, ha creato diversi danni ma per fortuna nessuno si è fatto male, com’è invece successo quando hanno inaugurato la ciclo-via a Vidigal nel mese di gennaio. Aperta e qualche settimana dopo crollata, proprio a causa di un’onda che l’ha investita in pieno. Sono morti due ciclisti, i loro corpi ritrovati sulla spiaggia di São Conrado. La ciclo-via, opera della multinazionale Oderbrecht, è costata 44 milioni di reais, circa 15 milioni di euro. Sabato invece nessun danno alle persone, ma molti disagi. L’acqua è...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi