closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Il ricettario che ha fatto l’Italia

Storie. Scapolo, banchiere, Artusi pubblica nel 1891 «La scienza in cucina e l'arte di mangiare bene», un libro divenuto mitico che si propone di unificare la lingua del paese

Il Novecento è il secolo in cui la cultura gastronomica italiana vive la sua fase di maggiore consapevolezza e attività. Si riscoprono e inventano tradizioni, nasce il concetto di cucina regionale, si assegnano appartenenze gastronomiche, si costruisce un linguaggio specifico, nascono le specialità e i prodotti tipici. Pellegrino Artusi è il padre di questa rivoluzione: banchiere scapolo originario di Forlimpopoli, naturalizzato fiorentino, pubblica a sue spese La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene e lo vende per posta. Il 1891 celebra lla prima edizione del ricettario più noto d’Italia che si propone di unificare il Paese anche in...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.